La semina di cactus: dall’impollinazione al primo fiore, tra successi e fallimenti

Procedura di semina

Confesso: non ho le competenze né la voglia di costruirmi un germinatoio. Online si trovano istruzioni dettagliate e tutte le informazioni necessarie, ma non mi ci sono mai messo. Questo non vuol dire che non si possano ottenere buoni risultati anche con la semina tradizionale. Da oltre dieci anni, infatti, semino in primavera con luce e calore naturale, usando il classico “metodo del sacchetto”.

Semino soprattutto cactaceae e, sarò banale, ma confermo in pieno quello che vi possono dire tutti gli appassionati di cactus e succulente: è dalla semina che possiamo trarre le maggiori soddisfazioni se abbiamo questa “malattia” della coltivazione. Inoltre, è solo con la semina che si possono apprezzare le diverse fasi di sviluppo di una pianta, seguirne l’evoluzione dalla nascita alla fioritura (un piccolo-grande evento!), e ottenere esemplari in grado di adattarsi sin dall’inizio alle condizioni di vita che possiamo dare loro per il resto della vita.

Un altro aspetto per me fondamentale della semina è che in questo modo posso disporre di più esemplari della stessa specie e dello stesso genere, nati nelle stesse condizioni, sui quali testare diversi regimi di coltivazione. Insomma, si parte tutti, democraticamente, dallo stesso punto, poi si vede chi arriva e come arriva passando per terricci diversi, diverse esposizioni. Diverse pratiche di coltivazione, insomma. Ed è chiaro che dal momento che il punto di partenza, ossia il seme (che ovviamente deve provenire da uno stesso frutto), è comune, se le piante dopo qualche anno presentano significative differenze tra di loro, questo sarà in buona parte merito o colpa del diverso terriccio usato, della diversa esposizione, dei differenti regimi di irrigazione e fertilizzazione. E da questo, in via empirica, si potranno trarre insegnamenti utili.

Per la semina in germinatoio trovate un articolo specifico a questo link.

In questo articolo vediamo, passaggio per passaggio, come si prepara il terriccio per la semina dei cactus, come si procede, cosa si deve fare quando le piante nascono e quando è il momento di ripicchettare.

Se vuoi proseguire nella lettura dell'articolo Accedi o Registrati
0 0 voto
Voto
Iscriviti ai commenti
Notificami
17 Commenti
Più vecchi
Più nuovi Più votati
Feedback inline
Vedi tutti i commenti
Cecilia luminita

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Luisa

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Andrea

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Marco Agape

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Marco Agape

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Angela

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Vincenzo Ferrari

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Vincenzo Ferrari

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Vincenzo Ferrari

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

polpoloppo83

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

polpoloppo83

Il commento è visibile solo agli utenti registrati