La marna come substrato per i cactus: è davvero il Sacro Graal dei cactofili?

Marna scarpata evidenza

L’utilizzo della marna come componente del substrato per la coltivazione di cactus è diffuso ormai da anni, in particolare in Italia, soprattutto grazie agli studi e alle ricerche condotte dall’amico Andrea Cattabriga, coltivatore, ricercatore ed esperto di succulente a livello internazionale.

Ma di cosa parliamo, quando parliamo di marna? Molto banalmente, di una roccia grigiastra e altamente friabile, al punto da sfaldarsi in scaglie fino a diventare polvere. Unita in determinati dosaggi ad altri materiali come quarzite, pomice, sabbia, ghiaia, lapillo, torba, terra di campo, la marna è usata per creare substrati per la coltivazione di molti cactus e di alcune piante succulente.

In questo articolo approfondiamo i benefici dell’utilizzo della marna nella coltivazione dei cactus, vediamo come realizzare un buon substrato a base di marna e cerchiamo di capire, soprattutto, con quali generi di cactacee può funzionare questo materiale e con quali va invece evitato.

Se vuoi proseguire nella lettura dell'articolo Accedi o Registrati

0 0 voto
Voto
Iscriviti ai commenti
Notificami
10 Commenti
Più vecchi
Più nuovi Più votati
Feedback inline
Vedi tutti i commenti
Paolo

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Gian Franco Prontera

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Gian Franco

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Rigoberta

Il commento è visibile solo agli utenti registrati

Rigoberta

Il commento è visibile solo agli utenti registrati