2 pensieri riguardo “Una mia semina di Echinocactus grusonii”

  1. Che spine! Altro che quelli olandesi cresciuti in torba!!! Una curiosità, per i grusonii usi la composta standard di cui hai parlato nei tuoi articoli? 30% terra di campo, 10% humus, 40% pomice e resto ghiaietto?
    Grazie!!

    1. Ciao, per i grusonii uso vari tipi di substrato visto che ne ho molti di mia semina. Con alcuni uso il substrato che hai indicato, con altri il classico pomice/lapillo/torba, con altri ancora terra di campo, marna e inerti, altri sono in terra di campo, humus e ghiaia… In sostanza faccio delle prove per vedere in quali terricci crescono meglio. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *